Sessualità e disfunzioni sessuali

SESSUALITA’ E DISFUNZIONI SESSUALI

La sessualità è una sfera molto importante della nostra vita, tanto che viene considerata un’area di autorealizzazione al pari del lavoro. E’ fondamentale che ognuno possa realizzare con soddisfazione la propria, nel rispetto degli altri e della legge.

Come  la viviamo dipende da diversi fattori: biologici, psicologici, relazionali e  socio-culturali.

Diverse dall’orientamento sessuale sono le DISFUNZIONI SESSUALI, queste sono caratterizzate da un’anomalia nel processo che sottende il ciclo di risposta sessuale o da dolore associato al rapporto.

Il  DSM-5 definisce  e comprende i seguenti disturbi:

  • eiaculazione ritardata
  • disturbo erettile
  • disturbo dell’orgasmo femminile
  • disturbo del desiderio sessuale e dell’eccitazione sessuale femminile
  • disturbo del dolore genito-pelvico e della penetrazione
  • disturbo del desiderio sessuale ipoattivo maschile
  • eiaculazione precoce
  • disfunzione sessuale indotte da sostanze/farmaci

 Il ciclo di risposta sessuale può essere suddiviso nelle seguenti fasi:

  1. desiderio: tensione emotiva che porta a cercare l’oggetto del desiderio
  2. eccitazione: si esprime attraverso fantasie e risposte fisiologiche, si prova un piacere/tensione solitamente crescente che comporta specifiche modificazioni dell’apparato genitale
  3. plateau: aumento progressivo delle risposte fisiologiche soggettive
  4. orgasmo:  momento del picco di piacere psicofisiologico con conseguente allentamento della tensione che provoca sensazioni molto intense e piacevoli, accompagnate da una vera e propria perdita di controllo.
  5. risoluzione: caratterizzata da una sensazione di benessere generale e rilassamento; nell’uomo è seguito dal cosiddetto “periodo refrattario” in cui non è possibile raggiungere una ulteriore erezione, mentre le donne possono rispondere a nuove stimolazioni.

E’ una condizione piuttosto frequente che queste descrizioni non rispecchino sempre in modo esemplare ciò che viviamo nelle nostre esperienze.

Cause delle disfunzioni sessuali

Le disfunzioni sessuali possono avere una causa fisica o psicologica. Nella maggior parte dei casi l’origine è psicologica, ma è fondamentale escludere eventuali cause organiche attraverso vari approfondimenti da valutare caso per caso, dopo una consulenza medica.

Cosa fare?

In questi casi consultare uno psicoterapeuta  è utile per dare un nome al proprio malessere, comprenderne le cause e il funzionamento per poi apportare eventuali opportune modifiche volte ad aumentare il proprio benessere psicofisico e sessuale.

Terapia delle disfunzioni sessuali

La psicoterapia psicodinamica può essere utile nel trattamento dei disturbi del desiderio a causa psicologica dove le complesse sfaccettature della sessualità rappresentano un’espressione fondamentale dell’essere umano.

 La letteratura ha condotto oggi a trattare i disturbi sessuali mediante un approccio integrato che includa gli aspetti comportamentali, interpersonali e relazionali.

Secondo la terapia mansionale integrata è opportuno sviluppare:

1) La conoscenza di sé

Riguarda la conoscenza personale e comportamentale del proprio corpo, delle risposte sessuali a partire dall’esplorazione visiva e tattile. L’esplorazione dei pensieri, del dialogo interno, del proprio immaginario e dei propri contenuti emozionali, ottenuta con il processo di auto osservazione.

2) La conoscenza di sé con l’altro

Il partner diventa uno specchio in cui osservarsi, sempre su tre livelli: a) comportamentale, in riferimento al corpo e alle risposte sessuali del partner; b) cognitivo, inteso come scoperta della risposta emotiva e dei desideri del partner; c) relazionale.

3) La conoscenza del proprio piacere e dei propri vissuti

Possibilità di sperimentare il piacere sessuale, di scoprirlo nel suo aspetto individuale e di entrare in contatto con le proprie emozioni.

4) La conoscenza dell’intimità di coppia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *